Student* contro lo spreco

  • Promotore del progetto: Associazione NeoAteneo studenti contro lo spreco
  • Paese: Italia (Udine)
  • Contatto: info@assneoateneo.it
  • Durata: dal 2013

Contesto

La campagna “Student* contro lo spreco” è nata per limitare e sostituire l’uso di bicchieri in plastica usa e getta all’università (per esempio, nelle mense o durante momenti ricreativi). L’abitudine di usare questo tipo di bicchieri, infatti, oltre ad essere economicamente svantaggiosa, produce grandi quantità di rifiuti di plastica. Un’altra fonte di rifiuti nel contesto universitario sono i distributori che vendono acqua in bottiglia, largamente utilizzata dagli studenti nonostante il costo ed il fatto che le bottiglie non possano essere riutilizzate, a causa del loro rapido deterioramento.
Bicchieri e bottiglie in plastica hanno un altro impatto ambientale, sia per la loro produzione (in cui si consuma petrolio) che per il loro smaltimento dopo l’uso, contribuendo quindi al cambiamento climatico ed alla promozione della mercificazione dell’acqua.

Obiettivo

Promuovere l’eliminazione di bicchieri di plastica usa e getta nelle mense universitarie, sostituendoli con bicchieri riutilizzabili e lavabili.
Promuovere la limitazione dell’uso di acqua in bottiglia, proponendo all’Università l’installazione di “Casette dell’acqua”, una sorta di distributori dove è possibile prendere acqua gratuitamente, e distribuendo borracce in alluminio per favorire l’uso dell’acqua pubblica.

Attività e risultati

Il progetto è ideato e realizzato dall’associazione studentesca NeoAteneo all’Università di Udine e ha previsto diverse iniziative. L’associazione, dal 2013, ha acquistato e distribuito borracce di alluminio agli studenti. Nel contempo, i rappresentanti degli studenti hanno portato avanti all’interno degli organi universitari la richiesta di installazione delle “Casette dell’acqua”.
Una analoga iniziativa realizzata dalla Rete della Conoscenza (rete nazionale di associazioni studentesche) all’Università di Padova, ha ispirato l’iniziativa di promuovere la distribuzione di bicchieri riutilizzabili nelle mense. A Padova, tuttavia, la distribuzione era avvenuta al di fuori delle mense, perché gli organi universitari non avevano appoggiato il progetto. A Udine, invece, i rappresentanti degli studenti sono stati attivamente coinvolti nel processo di elaborazione del bando di gestione delle mense, e hanno quindi potuto includere come condizione del bando l’uso di bicchieri riutilizzabili, che oggi sono utilizzati all’interno delle mense.
Il progetto è innovativo perché intende sensibilizzare gli studenti alla riduzione dei rifiuti e promuovere il concetto di acqua bene comune non solo in modo teorico, ma dando alternative concrete e favorendo attivamente l’adozione di comportamenti ed abitudini sostenibili tra i giovani .
L’uso di bicchieri riutilizzabili e borracce permette la riduzione dei consumi di plastica e di acqua per la produzione di bicchieri e bottiglie usa e getta, oltre alla riduzione di acqua ed energia per lo smaltimento e/o il riciclo dei rifiuti. Il progetto inoltre promuove il consumo di acqua dalle reti pubbliche al posto di quella in bottiglia, sensibilizzando quindi anche contro la privatizzazione dell’acqua.
Le borracce in alluminio sono state acquistate da una compagnia spagnola che garantiva l’uso di alluminio riciclato. La distribuzione è stata svolta da membri dell’associazione durante diversi eventi all’Università di Udine, organizzati anche in collaborazione con il Centro di Volontariato Internazionale e promossi dall’Università stessa. Ad esempio, il 21 marzo 2013, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, si è svolta una iniziativa presso il Polo Scientifico dei Rizzi dell’Università di Udine. Durante la giornata, oltre alla distribuzione delle borracce, è stato inaugurato un murales collettivo sul tema dell’acqua, realizzato grazie alla collaborazione con l’associazione “Bravi Ragazzi” da quattro writers europei. Si è svolto inoltre un seminario preparatorio al Forum Europeo dei Giovani per l’Acqua, iniziativa promossa dal CeVI e da altri partner europei e supportata dal programma Gioventù in Azione dell’Unione europea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...